Dojo tradizionale

 

Riproduzione di un tradizionale Dojo giapponese, ovvero un tradizionale luogo di allenamento di arti marziali, dove si instaura un rapporto molto profondo e personale con l’arte stessa.

È il luogo (jo) dove seguire la via (do), dove si concretizza la perfetta unione tra la mente (zen) ed il corpo (ken).

Il dojo è lo spazio in cui si svolge l’allenamento di arti marziali, ma è anche simbolo della profondità del rapporto che il praticante instaura con esse, caratteristica propria della cultura buddhista giapponese, che indica il dojo quale luogo dell’isolamento e della meditazione.

I dojo erano piccoli spazi situati nelle vicinanze di un tempio o di un castello, ai margini delle foreste, per mantenere segrete le tecniche insegnate.

Con la diffusione delle arti marziali i dojo venivano abbelliti dagli stessi allievi con lavori di calligrafie e oggetti artistici per esprimere appieno l’atmosfera di dignità che vi regnava.

All’interno del Dojo del Japan Festival per esempio troverete le fotografie dei maestri fondatori delle principali arti marziali giapponesi, Karate, Judo e Aikido: Gichin Funakoshi, Kano Jigoro e Morihei Ueshiba.